Indipendenti o Schiavi d’amore ?(fai il test)

Indipendenti o Schiavi d’amore ?

Quanto siete coinvolti nella vostra relazione? E a quale compromesso potreste rinunciarvi ? C’è chi vuole tenersi a tutti i costi un briciolo di libertà, anche se siete ormai sprofondati nell’amore idilliaco. Altri non sono felici se non sono totalmente sotto schiavitù del partner,prima si prostrano accondiscenti ad ogni suo minimo batter ciglio,poi iniziano a lamentarsi della loro prigionia cercando una via di fuga.Una relazione equilibrata e soddisfacente è al centro dell’esistenza,oppure altri desideri o interessi possono scavalcare l’amore ….

(per fare il test clikkare il link qui sotto)

//renderer.qmerce.com/interaction/57200181f28e4ea971d327c0
Immaginedscvb)

Annunci

Come capire se hai vicino la persona giusta della tua vita o invece …

 

Capita a tutti di domandarsi se la persona che amiamo ci corrisponde davvero lo stesso amore e sogna come noi una relazione stabile ,oppure si tratta solo di puro sfogo degli istinti,fine a se stessi,dopodichè siamo messi dall’egoista in questione  in standby, fino alla prossima sua esplosione ormonale.

Questa domanda sorge spesso, quando notiamo in base al comportamento che l’altro potrae da tempo, non accenna di consolidare fatti che sono fondamentali in una valida relazione di coppia,mai muta le abitudini o accenna di costruire o fare progetti diversi,con assenteismi o scuse che non si reggono in piedi.

Hai mai pensato quante ore ti dedica,e quali sono le ore che preferisce passare con te ? Una giornata è fatta di 24 ore,non sempre di lavoro…ma anche di ricorrenze feste da trascorrere insieme,non necessariamente a fine giornata.

Ecco, con un ‘analisi riflessiva del suo comporamento potrai facilmente accorgerti dei segnali importanti che ti faranno capire se merita davvero il tuo amore ed il tuo tempo.

1) Ogni volta che vi incontrate finite a letto.

2) Domandatevi anche nel caso in cui lui/lei si fà vivo/a solo dopo le nove di sera e se abitudinariamente vi vedete solo di sera o notte.

3) Altro campanello che avvisa che qualcosa che non và, è quando non andate mai a fare una passeggiata,oppure a fare spesa o shopping, o a vedere un film al cinema o a cena da soli o in compagnia di parenti o amici, ma siete sempre chiusi a casa di uno dei due o, peggio ancora, la stanza di un hotel.

4) Anche rifiutare di partecipare a invito di una festa di amici o familiare è significativo.

5) Molto rilevante è anche il suo scarso (o assente) interesse ai vostri progetti di vita o professionali, limitandosi solo a condividere il futile.

6) Non è neanche positivo che le sue conversazioni siano tutte legate al sesso o abbiano evidenti finalità legate a questo.

7) E lo stesso purtroppo se, dopo aver avuto sesso, se ne và sempre a casa sua. O casomai si ferma a dormire ma appena svegli corre via col primo raggio di sole. Colazione insieme? Quella è roba da sposati,mica da me e te…

8) Potrebbe suggerirti qualcosa anche il fatto che ad vostro ogni incontro si consumano alcolici.

9) Poi c’è scovare il suo “obiettivo”: se dopo il vostro incontro focoso si allontana,  si avverte il suo senso di distacco, scappa a farsi una doccia o, ancora, appare apatico/a, beh, forse non mi sà che non è amore.

10) E, poi, per stare al passo con le tendenze moderne, qualche dubbio deve sorgere se non sei tra i suoi amici facebook, non ti ha mai chiesto l’ email o il numero di telefono di casa. Se, poi, il tuo numero è registrato con un nome che non somiglia affatto al tuo ad esempio “Antonio/Antonella” o qualsiasi nomignolo molto versatile a seconda della situazione che si trova senza incorrere alcun rischio di essere scoperto un Dongiovanni, la deduzione è tratta: l’amore arriverà, ma non è questa la persona mandata dal destino.

Magari fà così perchè un tipo/a simile mette anche le corna.Se poi ti stà bene vivere una relazione così sterile dove alla fine sei solo con te stesso/a e niente te lo vieta; rifletti,magari in giro c’è chi aspetta di darti tutto l’amore che meriti.

 

angel_fallen_by_claimyourself-d79kkzb

Come fare Essenze e Profumi con pochissima spesa

Preparazione delle acque da toilette.

Gli infusi di erbe o di fiori profumati si preparano e si imbottigliano facilmente con poca spesa,usando aceto bianco come agente di infusione.

Lavanda

La lavanda è stata sempre la preferita per il suo fresco profumo;riempire una bottiglia o un vaso con fiori di lavanda e coprirli con aceto di vino bianco.Lasciate la bottiglia in un posto caldo e soleggiato per 2 settimane,scuotendola ogni giorno.Filtrare l’aceto e metterlo da parte.Riempire di nuovo la bottiglia con fiori freschi e coprirli con l’aceto filtrato.Ripetere la procedura d’infusione ancora due volte. Filtrare definitivamente e imbottigliare.

Violette odorose

Riempire un vaso con fiori di violetta e coprirli con aceto di vino bianco.Sigillare il vaso e lasciarlo in un posto caldo per 4 o 5 settimane,poi filtrare e imbottigliare.

Un tonico profumato

 Mettere in infusione nell’aceto di vino bianco 100 g di petali di rosa e 25 g di ciascuno dei seguenti fiori: violetta,gelsomino e lavanda;aggiungere 25 cl di acqua di rose.Chiudere ermeticamente la bottiglia e lasciarla in un posto caldo per 2 o 3 settimane,poi filtrare l’essenza e metterla in flaconi più piccoli.

rose2

Pagare con un selfie

Presto sarà possibile”pagare con un selfie” . Colossi come Amazon e McDonald’s avanzano con la tecnologia…le espressioni degli amanti degli autoscatti, saranno altrettanto soavi al momento di pagare con carta di credito con la medesima procedura ?top-10-i-selfie-dei-vip-con-i-loro-amici-cani-L-bkofKG

Basterà scattare un selfie e strizzare l’occhio .. e voilà il pagamento è fatto,addio password.

Con il nuovo riconoscimento facciale biometrico , ecco la nuova versione del mobile payments.

Arriva il tempo delle scampagnate,attenzione però alle zecche

Con l’arrivo delle belle giornate inizia la voglia di scoprirsi e immergersi nella natura . Attenzione però ad un piccolo animaletto che al quanto pare approfitti di questo risveglio della natura per invadere il verde,la zecca (ixodida) .Chi possiede un cagnolino o un gatto che esce dall’ambiente domestico in prati o campagna, lo sà benissimo che in questo periodo può portarsene a casa una bella quantità.La minaccia non si limita solo al nostro compagno a 4 zampe, ma pare che le zecche simpatizzano molto con la pelle umana;quindi non c’è da sbalordirsi se qualcuno può trovarne una a pasteggiare su una più impensata zona del suo corpo.Non allarmatevi ma con delicatezza và tempestivamente rimossa come facciamo con i nostri amici pelosetti.Dovete prestare attenzione a non asportare soltanto il corpo esterno;infatti lasciare la parte della testolina del piccolo parassita nella parte sottocutanea potrebbe fare insorgere innumerevoli problemi e minacce anche gravi per la nostra salute; Nel caso sospettate che la testa della zecca sia rimasta sotto cute e avete un inspiegabile malessere continuo, la stanchezza, i linfonodi ingrossati, una febbriciattola permanente,recatevi dal vostro medico poi successivamente l’infettivologo potrà sottoporvi a una serie di analisi del sangue approfondite prescrivendo una cura antibiotica,per far si di evitare infezioni come la borreliosi,la meningite e nei casi più gravi la morte.5884967088_28df77b6d5_o

Siete veramente in forma ?

Forza ,agilità e peso forma sono elementi importanti per un generale benessere psicofisico e una buona salute:un corpo fiacco e flaccido è maggiormente predisposto alle malattie e agli infortuni.L’obesità e la mancanza di agilità possono compromettere la capacità motoria,rendendo difficile lo svolgimento.Questa situazione determina un circolo vizioso di inattività,per cui la mancanza di esercizio fisico,causa una perdita di agilità e,di conseguenza ,un aumento di peso.Inoltre l’obesità è associata a numerose malattie,alcune delle quali gravi,come diabete ,aterosclerosi,disturbi cardiaci,disfunzioni della cistifellea e alcune forme di cancro.

A qualsiasi età un atteggiamento mentale positivo è l’elemento indispensabile al fine di conseguire,e quindi mantenere,il benessere fisico e psichico.E’ necessario perciò individuare le regole che possono aiutare a raggiungere le mete che ci proseguiamo per vivere una vita sana e longeva e avere sempre un aspetto curato.

Non bisogna dimenticare che, entro certi limiti ,la nostra vita è nelle nostre mani e che la salute significa anche prevenzione.Alimentazione  regolare,abolizione dei fattori di rischio-come fumo,alcol e stress-,incremento dell’attività fisica (naturalmente dopo essersi sottoposti ad accurati controlli medici),atteggiamento mentale positivo:ecco  la chiave del benessere  e della felicità.536101216_1280x720.jpg

Che ci siano uomini pettegoli come donne, questo si sà, e non è una scoperta.

Piazza_Menfi_Accursio_Miraglia-590x391
Il pettegolezzo è molto diffuso anche nei maschietti ,a confermarlo è il Dipartimento di psicologia dell’Universita’ della Virginia di Charlottesville, negli Stati Uniti,  che  ha presentato la sua ricerca al convegno della Society for Personality and social psichology a Los Angeles.

Con gli amici si sà, fà figo  giocare a chi la spara più grossa; forse un modo di divertirsi chissà ,ed avere quindi una valenza psico-sociale.Quindi questi studiosi ci confermano che in proporzione alle donne gli uomini sono molto portati a sparlare.

Un uomo ti risponderebbe di no, che il pettegolezzo è una prerogativa femminile.Ma non dategli retta; anche in una palestra i pettegoli  li riconosci subito .Sanno sempre tutto di tutti! A loro non sfugge proprio nulla !

Il Conte di Rivarol  ha espresso davvero un concetto con cui ha fatto centro ! “Su dieci persone che parlano di noi, nove ne dicono male, e spesso la sola persona che ne dice bene, lo dice male.” E a questo punto non ci resta difficile immaginare una “cricchetta di maschioni” che si dilettano in questa sfida

Però dovete farmi una promessa giovincelli và bene? Non fate troppi pettegolezzi mascanzoncelli che non siete altro.

Il pettegolezzo alla fine è quel filo sottile che lega alcune persone. Magari, prima o poi, ci si strozzeranno pure, con quel filo. (Ohi!Ohi! l’ho detto pardon)